1 febbraio 2012

Ristrutturazione di una casa di campagna

Una nostra lettrice di nome Barbara ci contatta per chiedere un nostro consiglio su come riorganizzare la sua casa di campagna. La pianta originale verrà ampliata per volere di Barbara e in questa nuova area verrà collocata la zona giorno.
Le richieste di Barbara sono:
• la finestra posta in prossimità del lavello a due vasche;
• cabina armadio per due in camera da letto;
• vasca e doccia nel bagno;
• zona giorno ribassata con soffitto in cartongesso con faretti;
• termocamino in salotto;
• due camerette ( o cameretta più studio).

Barbara vorrebbe inoltre mettere come pavimento del gres porcellanato effetto legno (colori grigio tortora o wengè) e dipingere le pareti con colori chiari (bianco, grigio) o osare un po’ di più con il bordeaux, ricorrendo, magari, alla pietra naturale


Analizzando le dettagliate richieste di Barbara, abbiamo elaborato due soluzioni che speriamo possano piacerle e che corrispondono, in larga parte, alle sue esigenze


Soluzione°1

Per Barbara, abbiamo pensato ad una soluzione che prevede (date le ampie dimensioni della sua casa) un doppio bagno, in modo da distribuire la doccia e la vasca nei due ambienti separati.
Nel bagno “grande” abbiamo lasciato la vasca, mentre la doccia è stata posizionata nel bagno “piccolo”, adiacente alla cameretta. Il nuovo bagno sarà cieco, avrà quindi bisogno di un sistema di aerazione forzata e vede la presenza di una doccia rettangolare.
La cameretta, viste le sue dimensioni importanti, può essere adibita anche a studio, infatti abbiamo posizionato una scrivania con sedia all’interno della stanza.

Un’ampia cabina armadio di forma rettangolare (210x130 cm) è stata posizionata in un angolo della camera da letto, con il letto matrimoniale che verrà posizionato sotto la finestra, in modo da permettere un’apertura più agevole della porta della cabina.

La zona “nuova” adibita a zona giorno vede la presenza di una cucina a forma rettangolare con lavello posizionato sotto la finestra, con dei muri divisori per dividere il locale dal resto dell’ambiente.

Suggeriamo a Barbara di utilizzare, per la sua cucina, colori chiari (tipo bianco) e un top scuro e per le pareti dei colori chiari date le dimensioni ridotte del cucinino. Per lo stesso motivo, proponiamo di utilizzare dei pensili bassi, molto di moda in questo periodo.
La zona pranzo vede la presenza di un tavolo con il soffitto ribassato utilizzando del cartongesso (zona delimitata in figura) per inserire dei faretti ad illuminare l’ambiente (se piace, la soluzione può essere estesa anche alla cucina per avere una certa continuità tra i due ambienti).

Il muro del salotto potrebbe essere colorato con un bordeaux o con un rosso/granata per dare un po’ di calore all’ambiente, colore che ben si adatterebbe al termocamino presente in questo ambiente. Naturalmente, la parete da colorare sarebbe quella di fronte al divano.



Soluzione n°2

La seconda soluzione privilegia la scelta di dividere la cameretta creando un’altra stanza dove poter mettere un altro letto o utilizzandola come studio: in questo caso rimarrebbe un solo bagno, all’interno del quale posizionare sia la vasca che la doccia.

Anche in questo caso, abbiamo pensato per la camera da letto ad una cabina armadio, questa volta angolare (210x250 cm), soluzione che permette di ruotare il letto e metterlo di fronte alla cabina, lasciando così la finestra libera.

Per la zona giorno abbiamo pensato ad una forma irregolare della cucina, forma che la rende assolutamente caratteristica. In questo caso si potrebbe utilizzare un colore rosso per la base, ricordando però di utilizzare per pensili e muri dei colori chiari per non appesantire troppo l’ambiente.

Anche in questo caso, per la zona pranzo, è possibile utilizzare la soluzione “faretti”, ma, per dare un po’ più di eleganza e personalità all’ambiente, si potrebbero abbinare ad una coppia di lampadari posizionati proprio sopra il tavolo, come mostrato nell’immagine.

Per il salotto si potrebbe utilizzare un grigio molto scuro, alle spalle del divano, e, approfittando della forma irregolare della cucina, utilizzare il muro divisorio per impreziosirlo con una parete attrezzata moderna, o, più semplicemente, con il televisore a parete.


1 commento:

  1. velocissimi a rispondere!!!!!!!!!!!!
    grazie 1000

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...