27 marzo 2012

La sedia che si trasforma

Le case moderne sono piccole, a volte non c'è lo spazio sufficiente per tenere tante sedie per quando abbiamo ospiti, allora le sedie finiscono in cantina  a rischio di rovinarsi con l'umidità. Oggi vi proponiamo una soluzione alternativa: le sedie che si modificano, con pochi gesti si ampliano e saranno perfette per fare accomodare i vostri ospiti. Continuate a leggere e potrete trovare la sedia che fa al caso vostro.


GVAL di OOO My Design. Questa particolare sedia ospita al suo interno due pezzi, che possono essere separati e usati in modo autonomo. Realizzata in legno lamellare stratificato, di diverso colore, curvato. I pezzi che vengono estratti dal pezzo principale, possono essere usati come pedana o come sedia. La sedia è stata sviluppata con Gustavo Reboredo, Louis Sicari e Nenad Katic.




Redo-me ideata da ParedesPino. Questa sedia può essere modificata e rimodellata a seconda delle vostre esigenze. Realizzata in plexiglass trasparente o traslucido e compensato di betulla rifinito con laminato. Grazie alla versatilità dei pezzi potrete espandere e trasformare i vostri mobili all’infinito. Redo-me è costituito da tre pezzi diversi, raggruppati in tre kit:S, M o L, ogni kit può essere montato in configurazioni diverse e se vorrete un nuovo pezzo d’arredo basterà ordinare dei nuovi pezzi.



• Multichair ideata da Joe Colombo nel 1971, riproposta da B-Line. A seconda del vostro umore o della mansione che andrete a compiere potrete modificare questa sedia, che vi permetterà con pochi gesti di stare seduti, di coricarvi o di appoggiarvi. Costituita da due elementi, imbottiti di poliuretaano espanso, uniti con delle cinghie di cuoio rivestita con tessuto elasticizzato.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...