22 maggio 2012

6 camere in 130 mq

Annamaria ci ha scritto per chiedere il nostro aiuto su come poter organizzare il suo appartamento in modo da ricavarne una cucina abitabile, un salotto, uno studio, due camere singole e una matrimoniale e, naturalmente, un bagno. 
Dato che l’appartamento non è molto grande per come vorrebbe venisse organizzato, Annamaria vorrebbe sfruttare le agevolazioni del piano casa del 2009 per aumentare la volumetria del 20% occupando, quindi, parte dei balconi. 

Analizzando la pianta della casa di Annamaria abbiamo studiato 4 ipotesi che andiamo a proporle.


Soluzione n°1-2 
Nella soluzione 1, entrando dalla porta di ingresso, sulla sinistra abbiamo organizzato la zona giorno composta da un bagno cieco, lo studio, una cucina abitabile e il salotto. Di fronte alla porta d'ingresso abbiamo inserito un armadio che può benissimo essere utilizzato come guardaroba. A destra della porta d' ingresso troviamo invece la zona notte composta da due camere singole e la camera matrimoniale. 
Nella soluzione 2, invece, la zona giorno e quella notte sono state invertite. La zona notte è stata collocata a sinistra dell'ingresso, mentre a destra troviamo la zona giorno. Bagno e cucina, in questa seconda ipotesi, sono stati inseriti nei punti dove Annamaria ci ha detto che sono presenti già gli attacchi.
Organizzare la zona giorno su un lato della casa permetterebbe, qualora Annamaria volesse, di creare un ambiente unico in cui organizzare le diverse funzioni.


Soluzione n°3-4 
Nella soluzione 3, entrando in casa, sulla sinistra troviamo la zona giorno composta da una cucina abitabile, lo studio, il salotto e il bagno. A destra dell'ingresso abbiamo invece posizionato la zona notte composta da due camere singole e la camera matrimoniale. 
La soluzione 4 è simile alla soluzione 3, con l'unica differenza costituita dal bagno che è stato scambiato con lo studio (in modo da sfruttare gli scarichi dell'acqua già esistenti) con quest'ultimo organizzato in un angolo del salotto.
Le camere singole hanno le dimensioni minime previste per legge e le abbiamo organizzate con un armadio a ponte e un letto singolo. Lo studio, invece, comprende una scrivania e una libreria, mentre il salotto comprende due divani e un mobile per la tv. La camera matrimoniale comprende un letto matrimoniale e un armadio (consigliamo ad Annamaria, nel caso sia solita leggere a letto di inserire delle applique sopra il letto). La cucina l'abbiamo pensata con i moduli disposti lungo una parete con un tavolo per 4-6 persone.


Non abbiamo aumentato la volumetria dell’appartamento, in quanto siamo riusciti a ricavare tutti i locali che la nostra lettrice desiderava senza andare a modificare la struttura esterna. Qualora Annamaria decidesse di modificare la volumetria, le consigliamo di informarsi presso il proprio comune per sapere se il piano casa è ancora valido o meno.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...