27 luglio 2012

La mansarda di Daniela


Daniela ci scrive per chiedere un nostro consiglio su come poter ricavare due camerette singole per le figlie e un bagno dalla mansarda della sua abitazione.
La nostra lettrice ci ha fornito, nella pianta riportata qui sotto, le altezze del sottotetto e la posizone dei lucernari che illuminano il locale.

Analizzando la pianta e le richieste di Daniela abbiamo sviluppato la soluzione che andiamo ad esporre.

Soluzione: Abbiamo diviso lo spazio in modo da ricavare due camere della stessa metratura (circa 10 mq), un bagno e una piccola zona gioco e relax. Prima di procedere con i lavori, Daniela dovrebbe accertarsi che le due stanze siano illuminate in modo corretto, calcolando che la sorgente di illuminazione deve essere almeno 1/8 della superficie del pavimento di ogni stanza.

In entrambe la camere abbiamo posizionato, come arredi, un letto ed una scrivania, sovrastata da delle mensole. Al posto del classico armadio abbiamo aperto una porta, in entrambe le camere, che si affaccia sulla parte non abitabile della mansarda attrezzandola come cabina armadio. 
Nel nostro progetto abbiamo optato per una profondità di questa cabina armadio di circa 2 metri. La profondità, comunque, è un parametro che la nostra amica Daniela può gestire in base alle sue necessità e a quelle delle figlie. 

Ad un lato della scala abbiamo posizionato il bagno con doccia dotato di una porta a libro o rototraslante, mentre, sull'altro lato della scala, abbiamo pensato di inserire una zona gioco e relax, composta da piccole panche ed una libreria che, volendo, potrebbe ospitare anche una piccola tv. Dato che questa zona non è illuminata da nessuna finestra, Daniela dovrà provvedere a come illuminare correttamente e al meglio quest'area.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...