17 luglio 2013

Siedi qui


Gli sgabelli sono comodi, funzionali e poco ingombranti. Se amate questi elementi di arredo vi piacerà il post di oggi, dove vi mostreremo 3 sgabelli sorprendenti per la forma e i materiali.



Tumble Seed ideato da Carmela Bogman per MN/Art Partner. Ha la forma di un seme di fiore gigante la cui base non è piatta bensì rastremata, quindi per stare dritti dovrete bilanciare il vostro corpo in modo da trovare un equilibrio. La designer dopo aver iniziato una ricerca sul giusto equilibrio che serve nella vita di tutti i giorni, ha ideato questa seduta che si muove liberamente dello spazio in attesa di un utente che ne ripristini l'equilibrio. Tumble Seed è costituito da 8 alette sottili di alluminio spazzolato e legno unite tra loro. Adatta sia per interno che per esterno.


Eroded Stools ideato da Alessandro Isola e Supriya Mankad di IM Lab. Ispirato al naturale processo di erosione in cui un materiale solido come la pietra viene "mangiato" da un processo esogeno come il flusso del vento o dell'acqua. L'erosione nel tempo cambia la qualità dell'oggetto solido e porta alla formazione di superfici scavate e di tasche. Su questo concetto si è sviluppata questa particolare seduta realizzata in sughero e feltro. La scelta del sughero è dovuta, oltre al fatto che il materiale è facilmente lavorabile e ecocompatibile, alla collocazione per la quale è stato progettato: una sala di degustazione del vino.






Bronco Stool ideato da Guillaume Delvigne per Super-ette. Uno sgabello dalla forma essenziale e pulita realizzato in legno massello di rovere. Il designer "Mi piace l'idea che in un primo momento non vi sia la speculazione su quale modo sedersi: in modo classico o a cavalcioni". Dotato di un manico che può fungere da gancio a cui appendere la borsa, da supporto lombare o da maniglia. Disponibile in due formati: alto (40x40cm x h 75 cm) e basso (40x40cm x h 45 cm) e in diversi colori.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...