9 giugno 2014

Mobili contenitori di personalità


In soggiorno come base per la tv, oppure in camera da letto per accogliere i nostri indumenti, ma anche in sala da pranzo per riporre il servizio buono o nell'ingresso per accoglierci al nostro rientro. Di cosa stiamo parlando? Ma dei mobili contenitori, noti anche con il nome di credenza o madia, cioè quei mobili molto capienti che sono perfetti in ogni punto della nostra casa. Colorati o minimali, raffinati o innovativi, troverete sicuramente il modello che ben si sposa con il vostro arredamento. Noi oggi vi mostriamo alcuni modelli davvero particolari sia per l'uso dei materiali che per la forma di ante e maniglie. 

  • Legato: ideato da Claesson Koivisto Rune per Casamania. Morbido e super colorato, questo mobile si caratterizza per le sue ante di legno di dimensioni differenti e dalla forma particolare, nè rotonde nè quadrate. I mobili, se disposti uno accanto all'altro, creano delle combinazioni accattivanti e sorprendenti. 


  • Shanty: ideato da Doshi Levien per BD Barcellona. Questo mobile, realizzato con materiale dal caratteristico effetto ondulato, è un patchwork di colori che si ispira alle abitazioni temporanee presenti in tutto il mondo, dall'Africa all'India, celebrandone la bellezza.

  • Slap furniture: ideato da Nicola Conti. La linea comprende diversi pezzi che vanno dal mobile per il soggiorno a quello perfetto per il bagno. Noi vi mostriamo il modello contenitore che ci ha particolarmente colpito. Singolari alcuni bordi del mobile, leggermente piegati verso l'esterno quasi a volerli sfogliare; questa particolarità permette all'essenza del legno di uscire e farsi ammirare. 
  • Caracas ideato da Uto Balmoral. Si tratta di una famiglia di mobili realizzati con la lamiera pressopiegata e verniciata. Questa linea si ispira ai vivaci contrasti della città venezuelana da cui prende il nome: le baracche della periferia, i colori, i suoni della città tutte racchiuse in un mobile.
  • Chaotic love: ideato da Swedish Ninja. Una collezione di oggetti presentati al Salone del Mobile di Milano. Noi vi mostriamo Rufus Walter, una credenza, e Tula Blomma, un mobile aperto. Questi originali e allegri mobili, che mixano materiali e colori, si ispirano alla vita quotidiana di Maria Gustavsson, l'ideatrice, sempre di corsa sulla sua bici tra le strade di Malmö.


  • Magh collection: ideata da Redo Design Studio per Absynth. La serie comprende un tavolo e una credenza disponibili in tre dimensioni. La credenza tratta da questa serie, caratterizzata dalle linee pulite, è dotata di gambe in legno massello di rovere inclinate verso l'esterno e da cassetti o ante a scelta.
  • Nodo: ideato da Andrea Brugnera in vendita su Formabilio. Nodo è una collezione di diversi mobili dotati di piedini inclinati verso l'interno: in questo post ci concentreremo solo sul modello Nodo Buffet. La collezione è accomunata dalla possibilità di poter personalizzare la maniglia delle ante. Semplicemente inserendo il cordoncino nei fori, si potrà avere un mobile dotato di una maniglia unica ed originale che andrà a formare una lettera o un numero. 
  • Corner Collection di HFurniture. La collezione comprende un tavolo e una credenza che noi andremo adesso a descrivervi. Gli angoli di questo mobile sono tagliati a 45° in modo da rivelare il legno sottostante e creare un netto contrasto con le parti dipinte. 


  • Patchwork di Kith and Kin. Anche in questo caso stiamo parlando di una serie di mobili di cui vi mostreremo solo la credenza. Già il nome di questa serie lascia intendere come è fatto il mobile. Patchwork si caratterizza infatti per un insieme di pezzi di legno di noce, mogano, acero e rovere uniti insieme a formare un mosaico variopinto. 

E voi quale di queste bellissime creazioni preferite? Quale di queste credenze vorreste per la vostra abitazione? Non non sapremmo davvero scegliere!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...