7 settembre 2015

Arredare la nursery

Torniamo a raccontarvi della nostra amica e delle sue scelte per la cameretta della figlia il cui lieto arrivo è previsto a breve. Nella prima "puntata" vi avevamo mostrato le ispirazioni per la cameretta seguendo le indicazioni della futura mamma. Oggi torniamo un attimo sull'argomento cercando di approfondirlo facendo un rapido elenco degli arredi indispensabili per questo locale nonostante la piccola passerà i suoi primi mesi di vita nella camera dei genitori. Prima una doverosa premessa: scegliete sempre materiali di qualità, naturali e certificati, sottoposti a trattamento finali con vernici o solventi atossici.

  • Culla. È il primo posto dove la nuova arrivata riposerà, da scegliere tra i diversi ed interessanti modelli proposti in vendita (fisse, dondolanti o da affiancare al letto matrimoniale). Deve essere sicura e confortevole, un abbraccio sicuro dopo quello dei genitori. Esistono in commercio diversi modelli di culle che "crescono" insieme al nostro piccolo, cioè culle che si "trasformano" in lettini man mano che il bimbo o la bimba cresce. La scelta della nostra amica è stata quella di evitare la culla in favore della navicella (acquistata con il sistema trio: passeggino-navicella-ovetto), una soluzione valida per almeno i primi 3-4 mesi di vita per poi passare progressivamente ad un comodo lettino con le sbarre.




  • Lettino. Dopo i primi mesi il piccolo lo potrete far dormire nel suo lettino (dotato o meno di sbarre, scelta da fare in base all'approccio educativo da voi scelto) dotato di paracolpi e, qualora servisse, anche del riduttore.
  • Fasciatoio. In commercio ci sono dei pratici fasciatoi adibiti, nella parte inferiore, a cassettiera (di grande utilità per riporre il corredo del neonato caratterizzato da body, tutine, lenzuola e quant'altro) mentre nella parte superiore ospitano una vaschetta estraibile coperta da un piano ribaltabile su cui andare a posizionare il materassino per il cambio, meglio se dotato di sponde di sicurezza. La nostra amica ha evitato l'acquisto di questo arredo in quanto nella cameretta è già presente una cassettiera dalle dimensioni idonee (80x50cm) ad ospitare il pratico materassino per cambiare la bimba in arrivo. Vi consigliamo di tenere a portata di mano il necessario per il cambio (a parete, nel primo cassetto o accanto alla cassettiera) sopratutto se non avrete un aiuto nell'effettuare questo tipo di operazione.
  • Poltrona. Comoda per allattare e cullare la piccola (può essere a dondolo o no, dipende dai vostri gusti) e per leggerle una favola quando sarà un pochino più grande. Per questo arredo la nostra amica ha scelto la sedia Poang di Ikea che aveva già acquistato ai tempi dell'università, perfetta, a nostro avviso, da inserire in un angolo della stanzetta di fianco al lettino.
  • Tappeto. Dovrà essere morbido e ampio per permettere alla piccola di casa di poter giocare ed iniziare ad esplorare l'ambiente circostante. Il tappeto non deve avere frange o peli che il bambino possa mettere in bocca e magari ingoiare.
  • Luce. Una piccola lucina soffusa che permette alla mamma di controllare il piccolo la notte.
  • Libreria. Questo arredo non è indispensabile, almeno nei primi mesi di vita, ma diventerà poi importantissimo per contenere le ceste dei giochi e i libri in modo da tenere sempre la cameretta in ordine ed organizzare al meglio lo spazio a vostra disposizione.
  • Decorazioni. Ultima cosa che, a nostro avviso, non deve mai mancare nella cameretta di un bimbo sono le decorazioni: spazio quindi a quadri, stampe, cuscini o adesivi colorati e allegri, tutto ciò che contribuisce a creare un ambiente caldo e confortevole.



Per altri suggerimenti su come arredare la cameretta di un bambino date un'occhiata alla sezione kids design del nostro blog. I link alle immagini inserite in questo post li potete trovare nella nostra bacheca pinterest dedicata alle camerette.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...