8 giugno 2016

Come disporre i quadri

Uno dei metodi più semplici per decorare le pareti di casa è sicuramente quello di appendervi  dei quadri, poster o foto di famiglia. Rimane però il problema di come appenderli: se siete delle persone molto schematiche, create degli allineamenti simmetrici per creare un insieme armonioso ed ordinato. Se, invece, volete dar vita ad una parete creativa con una disposizione non convenzionale, preparate, utilizzando dei fogli di carta, le sagome dei quadri che volete appendere e attaccatele alla parete con del nastro adesivo fino a che non avrete ottenuto l'effetto e la disposizione che più vi piace.
Che decidiate di accostarli per soggetto, per forma della cornice o per colore, vogliamo comunque darvi alcuni piccoli suggerimenti per aiutarvi a creare la vostra personale galleria d'arte.
Il primo aspetto da considerare è l'altezza a cui appendere i quadri: tale scelta dipende non soltanto dall'altezza del soffitto del locale in cui andrete ad appenderli ma anche dalla vostra stessa altezza. Considerate infatti che, in linea di massima, l'altezza ideale a cui appendere un quadro è quella degli occhi della persona in piedi che li guarda. Inoltre, prima di procedere all'acquisto delle vostre opere d'arte, tenete sempre presente che dovranno avere uno stile e un colore che ben si armonizzi con l'arredo e i complementi già presenti.
Ecco alcune semplici idee ed esempi che potranno aiutarvi a creare una galleria d'arte personalizzata in casa vostra:


Allineamento superiore o inferiore: allineate le cornici seguendo un'immaginaria linea orizzontale (distante circa 175 cm o 120 cm dal pavimento) accostando quadri dalle dimensioni differenti e mettendo in risalto il quadro dalle dimensioni maggiori posizionandolo al centro della composizione.


Allineamento verticale od orizzontale: seguite un'immaginaria linea orizzontale o verticale (circa 140 cm dal pavimento) a cui accostare le file di cornici, avendo poi cura di posizionarne una sopra e una sotto. Se le posizionerete molto vicine, magari seguendo un'unico tema, creerete un unico grande quadro.


Allineamento a riquadro o in diagonale: create con le cornici un rettangolo immaginario  raggruppando quadri dalle forme e dimensioni diverse oppure scegliete come linea guida una diagonale immaginaria della vostra parete che dovrà poi guidarvi nell'appendere i quadri a parte. Seguendo questo genere di schemi che vi abbiamo proposto poc'anzi, eviterete un possibile effetto caos.


Allineamento alla scala: posizionate i quadri, sia singolarmente che in gruppo, facendo in modo che seguano l'andamento della scala, seguendo gli allineamenti orizzontali e verticali.


Allineamento all'angolo: allineate le cornici allo spigolo-angolo in modo da mimetizzarlo o enfatizzarlo, seguendo uno schema libero nel caso di posizionamento ad angolo, adottando invece uno schema più ordinato e geometrico per lo spigolo.


(My Pinterest)

Se poi non volete appendere i quadri alle pareti, collocateli su delle mensole oppure appoggiateli sui mobili o direttamente a terra, sopratutto nel caso in cui il vostro quadro dovesse avere delle dimensioni generose. Questa soluzione vi permetterà di creare composizioni sempre nuove con un minimo sforzo, infatti quando vi sarete stancati della loro disposizione, sarà molto semplice e veloce spostarli o sostituirli per avere una galleria d'arte sempre nuova. 

Se avete capito come organizzare una simil galleria d'arte per la vostra casa, allora non ci rimane altro da fare se non consigliarvi anche dove potete acquistare stampe, grafiche e litografie d'autore senza spendere una fortuna: vi basterà infatti partecipare alla prossima asta di grafica (che si terrà a Dicembre) organizzata dalla
Casa d'Aste Minerva Auctions, realtà giovane e dinamica con una equipe di esperti che fa della passione per l’Arte un vero e proprio mestiere. La vostra casa acquisterà senz'altro prestigio se avrete la possibilità di appendere alle sue pareti opere d'arte moderna come quelle che vi mostriamo di seguito (opere che sono state vendute durante la precedente asta).

Pablo Picasso - Málaga 1881 - Mougins 1973
MONUMENT FUNÉRAIRE D’UN SCULPTEUR, AVEC SA FEMME, SON PIGEON HÉRALDIQUE ET UNE SCULPTURE ET BACCHANTES, 1970
acquaforte e raschietto, V stato B, es.20/50, (dalla tiratura di 50 ess. con numerazione araba e XV ess. E.A. con numerazione romana), cm 15 x 21 (cm 25,5 x 33 misure del foglio)
Firma con il cachet in basso a destra
Giacomo Balla - Torino 1871 - Roma 1958
LINEE SPAZIALI N°1
serigrafia a colori, es. 142/150, cm 64 x 64 (cm 74 x 68,5 misure del foglio)
Firmato nella lastra FuturBalla
Timbro a secco in basso a sinistra Balla Futurista
Leggere fioriture ai margini
Joan Miro - Barcellona 1893 - Palma di Maiorca 1983
FUNDACIO JOAN MIRÒ, 1975
litografia a colori, es. 33/99, cm 70 x 50 (misure del foglio)
Firma a matita in basso a destra

Piero Dorazio - Roma 1927 - Perugia 2005
COMPOSIZIONE, 2000
serigrafia a colori, es. 6/20 P.A., cm 70 x 92 (misure del foglio)
Firma e data con pastello verde in basso a destra

Robert Indiana - New Castle 1928
GRISAILLE LOVE, 1995
tappeto in lana, es. 71/175, cm 242 x 242
Firma in basso a destra
Al verso certificato di autenticità della Master Contemporary Original Artist Rugs, con l’indicazione della tiratura e la firma dell’Autore

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...