12 aprile 2017

Consigli e regole per scegliere il climatizzatore

Con l'arrivo della primavera, le giornate si allungano e le temperature iniziano finalmente a salire; per non arrivare impreparati all'afoso e, a volte, asfissiante caldo estivo, per quanti non l'avessero già fatto in passato, è arrivato forse il momento di iniziare a pensare per tempo a come garantire la temperatura ideale tra le mura di casa. 
L'elettrodomestico in grado di garantirci il fresco in estate e il caldo in inverno è senza dubbio il climatizzatore, ormai presente in quasi molti appartamenti.  Il climatizzatore non ci serve solo per regolare la temperatura dei locali in cui è collocato, ma anche a mantenerne il giusto livello di umidità e a filtrare e purificare l'aria che respiriamo.
Per scegliere il prodotto perfetto per le nostre esigenze dobbiamo tenere presente alcune caratteristiche tra cui, una delle più importanti, è senza dubbio rappresentata dalla potenza che dovrà essere proporzionale alla dimensione del locale dove andrà inserito.
Per calcolare in maniera quanto più precisa possibile la potenza di cui dovrebbe essere dotato il nostro climatizzatore, dovrebbero essere presi in considerazioni alcuni importanti fattori come l'esposizione solare del locale, il numero di persone che vi soggiornano, l'altezza del soffitto, il numero di finestre, il tipo di infisso e di coibentazione, tutte informazioni da fornire al vostro rivenditore di fiducia.


Altro fattore importante è la classe energetica dell'elettrodomestico, un parametro che indica il consumo dell'apparecchio: vi consigliamo di scegliere almeno un climatizzatore in classe A+, in questo modo avrete una spesa elevata al momento dell'acquisto, ma andrete, alla lunga, un risparmio sensibile sulla bolletta elettrica.
I moderni climatizzatori hanno incorporato un sistema di flitraggio (antiodore, antibatteri e antipolline) per purificare l'aria. Direttamente sulla confezione di molti di questi elettrodomestici troverete poi indicato anche il loro grado di rumorosità, espressa in Decibell (dB), parametro che diventa importante da considerare se, ad esempio, intendiamo installarlo in camera da letto piuttosto che in salotto. Se state cercando un apparecchio silenzioso ed efficiente noi vi consigliamo un climatizzatore Samsung che potete acquistare su Cr-edilizia.


A seconda che dobbiate raffreddare una o più stanze, potete scegliere un mono o multisplit, cioè un climatizzatore dotato di un'unità esterna, la macchina refrigerante, e una o più unità interne, gli split appunto, caratterizzati da un sistema inverter che permette di regolare la potenza in modo automatico in base all'effettiva necessità senza sprechi di energia (riducendo i consumi del 30-40%).
Se il vostro climatizzatore dovrà non solo raffreddare d'estate, ma anche riscaldare in inverno, vi consigliamo di scegliere una pompa di calore, scelta vantaggiosa solo per case di piccola metratura (sui 50mq) data la notevole richiesta di energia.


Ricordate di non raffreddare troppo l'ambiente, perchè forti sbalzi di temperatura fanno male alla salute; in linea di massima la differenza tra la temperatura interna e quella esterna non deve mai superare i 5-7°C.
Inoltre per l'acquisto (o sostituzione) ed installazione di un condizionatore avrete diritto a detrazioni fiscali dal 50% al 65%. Sono detraibili al 50% i condizionatori a pompa di calore, anche non ad alta efficienza, che integrino o sostituiscano l’impianto di riscaldamento già esistente. Sono invece detraibili al 65% i climatizzatori a pompa di calore ad alta efficienza che rinfreschino o scaldino un immobile già dotato di impianto di riscaldamento.
L'acquisto di un condizionatore può rientrare nel bonus mobili (detrazioni 50%), se si acquistano arredi o elettrodomestici, con classe energetica pari o superiori alla A+, quando si realizza una ristrutturazione edilizia straordinaria su singole abitazioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...