1 settembre 2017

Come organizzare il trasloco in maniera efficace

Cambiare casa è un’esperienza stressante, sia che dobbiate cambiare città o semplicemente quartiere, ma basta seguire alcune semplici indicazioni per riuscire ad affrontare il cambiamento in assoluta serenità.
Di seguito i nostri cinque consigli per traslocare.


1. Iniziare per tempo

Se state pensando di iniziare a riempire gli scatoloni solo alcune settimane prima del trasloco, sappiate che state cadendo in uno degli errori più comuni che si possano fare, cioè quello di sottovalutare la complessità delle operazioni richieste.
I professionisti del settore consigliano di iniziare ad organizzarsi circa due o tre mesi prima. Non dovrete solo trasferire i vostri oggetti in una nuova casa, ma dovrete anche imballarli ed inscatolarli con cura per evitare di danneggiarli.
I molti ricordi, oggetti, vestiti ed effetti personali che avete accumulato negli anni sono sicuramente molti (il trasloco è un’ottima occasione per fare decluttering) e, per questo motivo, avrete bisogno di molte scatole; di solito sono necessarie almeno 10 scatole per stanza.

2. Arrivare preparati al giorno effettivo del trasloco

Per arrivare prepararti all'evento, organizzate una sorta di scaletta con tutto quello che deve essere fatto prima del trasferimento e le tempistiche necessarie, in particolare:
-contattate i professionisti con un largo anticipo: in questo modo potrete usufruire di offerte e sconti e avrete più scelta sulla data del trasloco;
-approfittate del sopralluogo: solitamente è un servizio gratuito che permette ai professionisti di valutare con esattezza il volume degli oggetti da trasportare, quanti camion sono necessari e il personale da impiegare. Consente di evitare problemi il giorno del trasloco, soprattutto al momento del carico;
-imballaggio graduale: procedete stanza per stanza e muovetevi inscatolando prima quello che non vi serve e poi il resto. Iniziate in modo graduale, con una prima selezione di quello che volete portare con voi;
-burocrazia: traslocare significa anche dover cambiare tutti gli indirizzi delle utenze e i documenti personali della famiglia.

Nonostante sia fondamentale una buona pianificazione, mantenete sempre un atteggiamento flessibile: vi aiuterà ad affrontare eventuali imprevisti o cambi di programma con serenità.


3. Inventario salva-tempo

Quando iniziate il trasloco, munitevi di un quaderno su cui andrete ad annotare tutte le informazioni che riguardano il trasloco, dai preventivi al contenuto delle scatole. In particolare, compilate un inventario di base in modo da sapere dove si trova ogni cosa. Utilizzando etichette adesive o pennarelli indelebili, riportate direttamente sulle scatole una descrizione del contenuto, segnandovi sopra la stanza dove andrà riposta (ad esempio K per cucina, c per camera, B per bagno).
Non dimenticate di segnalare le scatole che contengono oggetti e il loro verso di apertura, sarà molto utile soprattutto se non vi occuperete da soli di carico e scarico.

4. Scegli con consapevolezza la ditta di traslochi

L’aiuto dei professionisti può essere fondamentale per rendere il trasloco più facile da gestire: sicuramente vi permetterà di ridurre i tempi per le operazioni di imballaggio, carico e scarico e diventa indispensabile per smontare e rimontare i mobili soprattutto quelli ingombranti.
Le aziende di traslochi hanno un’assicurazione vettoriale obbligatoria per il trasporto, ma spesso forniscono anche una polizza all risk che copre gli incidenti durante carico e scarico.
Per essere sicuri di avere un servizio conveniente, vi consigliamo di non rivolgervi solamente ad una ditta ma di confrontare preventivi diversi, in modo da avere una panoramica completa dei prezzi.
Assicuratevi, prima di firmare, che nell’offerta siano compresi tutti i servizi che vi interessano, per evitare spiacevoli costi extra successivi.

5. Mantene un atteggiamento positivo

Infine, il consiglio più importante è mantenere un atteggiamento positivo anche quando la stanchezza prenderà il sopravvento.
Potrebbe, ad esempio, aiutarvi concedervi dei momenti di svago tra una scatola e l’altra. Un’idea potrebbe essere quella di organizzare una piccola festa di addio alla casa, che vi aiuterà anche a svuotare frigorifero e dispensa in vista del trasferimento.
Soprattutto non perdete di vista che si tratta di un momento di transizione e concentratevi sugli aspetti positivi che avrà per voi la nuova casa. Comprate un nuovo pezzo di arredamento o un oggetto decorativo (magari quello che desideravate comprare da tempo) che andrete a posizionare nella nuova dimora a trasloco terminato.


Grazie a queste piccole tattiche, ma soprattutto con l’aiuto delle ditte di trasloco professionali, vi sembrerà tutto una passeggiata.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...