4 settembre 2013

L'illuminazione del disimpegno

Emma, una nostra lettrice ci ha contattato per avere un nostro consiglio sull'illuminazione della sua nuova casa, in particolare su come illuminare il disimpegno. L'idea di Emma è quella di inserire una piccola veletta in cartongesso, lungo tutto il locale, in cui incassare i faretti.






La scelta del tipo di illuminazione, come abbiamo detto in altri post, non è semplice perchè bisogna predisporre diversi punti luce a seconda delle attività che andremo a svolgere nel locale scelto. Ad esempio dovrebbero essere sempre inseriti dei punti luce sia sul piano lavoro della cucina sia sulla zona dove si andranno a consumare i pasti. Il disimpegno, se non è attrezzato con specchi o guardaroba, non richiede una grande luce diretta e quindi la scelta di far costruire una veletta "chiusa", realizzata in cartongesso, in cui inserire dei faretti oppure una veletta "aperta" in cui inserire dei neon non a vista per consentire un'illuminazione indiretta, è consigliabile.
Alcuni esempi di veletta con illuminazione indiretta presi da internet.


Altra possibile soluzione per illuminare il disimpegno potrebbe essere quella di inserire delle applique a parete (poste sopra i due metri) o dei faretti orientabili posti su binario collocato a soffitto. Consigliamo infine ad Emma di scegliere lampadine con una temperatura di colore calda (2700-3000K)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...