7 novembre 2014

Dormire in tenda


Dormire sotto le stelle in una pratica tenda è un'esperienza impagabile da fare almeno una volta nella vita. Una tenda, piantata magari in una pineta vicino al mare, è un modo simpatico ed alternativo di passare le vacanze estive in compagnia degli amici. Ma in autunno non possiamo di certo metterci a fare campeggio, sopratutto se non smette di piovere come sta avvenendo in questi giorni. 
Una soluzione valida anche nei mesi invernali è costruirsi la tenda in casa: non stiamo però parlando di una vera e propria tenda da esterni, ma di un letto che svolge anche le funzioni di tenda essendo dotato di un tessuto da abbassare per schiacciare un sonnellino al riparo dalla luce. Potete avere un tenda sia in salotto che in camera da letto, con soluzioni valide sia per i piccoli sia per i più grandi. 



Il divano Orwell è stato progettato dallo studio catalano di Álvaro Goula e Pablo Figuera. Per ritrovare l'intimità, che a volte si perde in casa per la presenza di figli o parenti, nascondetevi e fatevi un riposino su questo divano-letto ritornando per un attimo bambini. Due pesanti tende trapuntate vi isoleranno dal resto del mondo riparandovi dai rumori e dalla luce. Potete chiudere totalmente o parzialmente le tende di questo spazio in cui potrete sedervi, sdraiarvi, leggere, lavorare o, più semplicemente, pensare.



Il letto Lit Tente è stato progettato da François Lamazerolles per Mathy by Bols. Uno spazio avventuroso composto da due posti letto (di cui uno estraibile) sormontati da un baldacchino triangolare, dotato di una "finestra" da chiudere con una tenda a rullo. Un sicuro rifugio, realizzato in MDF, dove vostro figlio potrà giocare, dormire e leggere.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...