arredo moderno, design casa moderna, home relooking, restyling consigli home, shop online, tappeto moderno, tappeto vinile arredo cameretta, consigli home, kids design

23 settembre 2016

Colori scuri for kids

I colori da scegliere per le pareti della cameretta dei piccoli di casa sono, di solito, colori chiari e luminosi: toni pastello rilassanti che dovrebbero conciliare il sonno e tinte calde e vivaci per rallegrare l'angolo dei giochi.
Ma se invece voleste osare con delle tinte decisamente più scure? Non stiamo parlando della classica parete lavagna, che rimane una delle scelte più apprezzata dai bambini ed una delle soluzione più perseguite dai genitori, ma intere pareti ricoperte di colori scuri come il nero, il blu scuro o un bel grigio.


Sia che il vosto bimbo abbia pochi mesi o che sia già più grandicello, la scelta di colori scuri è una possibilità da prendere in considerazione al momento della preparazione della cameretta, sempre tendendo conto dei suoi gusti (se è abbastanza grande per esprime un giudizio di gradimento) e dello stile che volete adottare per l'arredo del locale.


Chiaramente ci devono essere le giuste condizioni: la cameretta non deve essere troppo piccola (altrimenti il colore scuro la farà sembrare ancora più piccola) e deve essere ben illuminata (magari niente tende alle finestre o tessuti leggeri e chiarissimi per non schermare troppo la luce). Per ravvivare i toni della stanza basterà giocare con i complementi, inserendo colori più allegri come il celeste, il glicine o il color pesca. 


Se un'intera stanza decorata con questi toni di colore vi sembra troppo buia e triste, per il vostro pargolo optate per una sola parete, magari quella che si trova dietro il letto. Al fine di rendere più calda e accogliente la stanza, provate ad inserire alcuni elementi in legno naturale, come un comodino o un tavolino, o puntate a valorizzare il parquet, se presente nel locale.

My Pinterest
Continua a leggere...

21 settembre 2016

Sii Braava

La piccola di casa inizia a capire, nonostante i suoi nove mesi, che, oltre al tappeto dove gioca con i suoi giocattoli, c'è tutto un mondo da scoprire. Per ora non gattona ancora, ma striscia facendo forza sulle braccia, come un esperto soldato in azione sul fronte nemico. Questa sua attività motoria in giro per casa ci porta a fare delle "sedute" di pulizie settimanali supplementari che, oltre al semplice passaggio dell'aspirapolvere, prevedono anche il lavaggio del pavimento ma il tempo da dedicare a queste faccende domestiche è sempre troppo poco. Servirebbe l'aiuto di un robot intelligente che venga in nostro soccorso...proprio come iRobot® Braava jet™ il robot puliscipavimenti. Sicuramente conoscerete già IRobot, un’azienda di robotica che, da oltre 20 anni, sviluppa tecnologie all’avanguardia finalizzate alla creazione di robot per la casa utilizzati per la pulizia dei pavimenti.
Questo piccolo e leggero robot, oltre a rimuovere la polvere, grazie alle sue dimensioni compatte che lo rendono perfetto per raggiungere gli angoli più difficili, lava ed elimina rapidamente le macchie più ostinate tanto dal parquet quanto dalle piastrelle: niente male non trovate?
Braava jet™ è molto semplice da usare: basta applicare alla sua testina basculante un panno, metterlo a terra e premere il tasto Clean e lui penserà al resto. In base al tipo di panno che avrete inserito, questo stupefacente robot è in grado di capire se impostare il programma di lavaggio del pavimento o la pulitura a umido o a secco. In questo modo voi potrete uscire a fare la spesa o portare i figli al parco e tornare a casa trovandola pulita e profumata mentre il vostro piccolo aiutante robotico sarà autonomamente ritornato al punto di partenza.

 

Nel caso del lavaggio ad acqua e ad umido, Braava jet™, grazie al Precision Jet Spray, emette dal foro anteriore un getto d'acqua a intermittenza che scioglierà lo sporco mentre la testina di pulitura basculante strofinerà e laverà il pavimento fino a quando non sarà perfettamente pulito, lasciando inoltre un piacevole profumo di pulito.

Nella modalità a secco il panno bianco fissato alla testina rimuoverà polvere, peli e capelli trattenendoli fino alla fine della pulizia. Una volta terminato il programma di pulizia impostato, non dovrete neanche toccare con le mani il panno sporco, ma basterà premere un pulsante per farlo cadere direttamente nella pattumiera (per il lavaggio ad acqua, se preferite, potrete optare per dei panni riutilizzabili da lavare a fine programma).


La tecnologia di navigazione iAdapt 2.0 di cui è dotato Braava jet™ permetterà al nostro amico robot di pulire piccole aree seguendo uno schema di pulizia efficiente e sistematico, memorizzando la presenza di ostacoli (quali pareti o arredi) in modo da procedere nel suo percorso senza il rischio di danneggiarli o macchiarli.

Questo piccolo e prezioso aiutante potrà anche essere confinato all'interno di un'area specifica caratterizzata da una barriera invisibile da voi fissata semplicemente tenendo premuto il pulsante Clean fino a quando non si illumineranno due lineette blu sulla superficie superiore del robot (chiaramente, a seconda del programma di pulizia da voi scelto, la superficie coperta dal vostro Braava jet™ sarà differente: ad esempio, nel caso sceglieste il programma di lavaggio ad acqua, la superficie coperta risulterà essere inferiore rispetto agli altri due programmi di pulizia).

Cosa aspettate quindi? Se volete più tempo da dedicare a voi e ai vostri hobby non trascurando le pulizie di casa, iRobot® Braava jet™ è la soluzione che fa proprio al caso vostro.

Continua a leggere...

20 settembre 2016

Tappeti in vinile mySpotti

I tappeti per la cucina devono essere pratici, resistenti e, diciamolo, anche esteticamente belli, sopratutto se la vostra cucina è a vista. Fatta questa premessa, quanti sono i tappeti che  possono vantarsi di avere tutte queste fondamentali caratteristiche? Sicuramente in pochi. 
Di sicuro le ha il tappeto di cui vi parliamo oggi, contenuto del pacco che è arrivato a casa nostra pochi giorni fa. Si tratta di mySpotti Buddy nel modello Chadi bianco e nero, un tappeto in vinile che protegge e decora il pavimento, adatto sia per interno che per esterno. 


Il tappeto è arrivato arrotolato ed è bastato stenderlo sul pavimento pulito, dopo aver eliminato la pellicola protettiva che si trova nella parte inferiore, per avere una superficie liscia, piatta, antiscivolo e inodore, aspetto tutt'altro che trascurabile se il tappeto viene posto in cucina. 
A farci innamorare di questo tappeto in vinile è stata poi la sua decorazione, i colori vivi e brillanti di Chadi. Anche la piccola di casa ha mostrato di apprezzare molto questo tappeto, tanto da usarlo come passerella per i suoi primi tentativi di gattonamento.


Un prodotto che aderisce perfettamente al pavimento e per questo può essere inserito in cucina, nell'ingresso di casa, in bagno o sul terrazzo. La sua fantasia è perfetta per coprire un pavimento datato o per ravvivarne uno dai colori spenti ed è adatto anche per quegli ambienti caratterizzata da riscaldamento a pavimento.
I tappeti di mySpotti sono realizzati con vinile di alta qualità e materiali riciclabili, sono stampati con inchiostri eco-friendly e sono molto facili da curare, dato che sono impermeabili: basterà infatti solo un normale detergente (è sconsigliato l'utilizzo di alcool e prodotti contenenti cloro) e il tappeto tornerà come nuovo.


Sul sito dell'azienda tedesca troverete molteplici fantasie e colori di tappeti in vinile e potrete scegliere tra tre dimensioni (S: 850x650mm, L: 2550x650mm, XL: 2030x1360mm); volendo potrete collegare più tappeti insieme (con degli speciali adesivi posti sul retro) per ottenerne uno delle dimensioni desiderate. 
Un tappeto dal prezzo abbordabile che non si rovinerà con il tempo, sopratutto se seguirete i semplici consigli dell'azienda come quello di non piegarlo bensì arrotolarlo per richiuderlo, o come quello di non posizionarlo sotto mobili dagli spigoli taglienti. Se state cercando il tappeto per la vostra casa noi vi consigliamo di fare un giro sul sito di mySpotti e di sicuro troverete il modello che fa per voi: non ve ne pentirete!
Continua a leggere...

16 settembre 2016

Le cartoline a sorpresa

Le cartoline erano per molti, prima dell'avvento di Facebook e degli altri social, un rito delle vacanze: se ne compravano per amici e parenti e poi si spedivano anche se, alle volte, causa lentezza delle vecchie Poste Italiane, si rischiava di tornare prima di queste testimonianze delle vacanze appena finite. 
Parliamo al passato perchè, come detto in apertura di post, ora con i social si fa tutto real time: si scatta una foto con il proprio smartphone e si condivide sui propri profili social e, in un secondo, tutti gli amici sono venuti a conoscenza dei momenti più belli e da ricordare della nostra vacanza. 
Se però appartenete alla categoria dei nostalgici e vi piace ancora inviare le cartoline, sicuramente vi piacerà il prodotto che vi mostriamo oggi. Si tratta di una collezione di cartoline in ceramica disegnate da Alessandra Baldereschi e prodotte da Bosa Ceramiche.



Questa collezione ritrae mini paesaggi in ceramica, lavorata a bassorilievo, in cui c’è sempre un elemento inaspettato, una sorpresa, da staccare, usare e, volendo, anche regalare. Ogni cartolina contiene un elemento che si può staccare dal fondo e usare come ciondolo o portafortuna. 




Sono diversi i soggetti presenti nella collezione; volendo è possibile anche personalizzarli sul retro con un messaggio o una dedica. Sono disponibili in diversi colori: 

  • Farfalla in ametista su cartolina verde fieno;
  • Uccellino color giallo limone su cartolina turchese; 
  • Casetta in color rosso acceso su cartolina verde pineta;
  • Pesciolino caki su cartolina grigio sasso.
Avete già scelto la vostra preferita?

Continua a leggere...

13 settembre 2016

Easy Relooking a Monza

Ieri è iniziata la scuola in molte regioni d'Italia: è ora di tornare tra i banchi, si ritrovano vecchi amici e se fanno di nuovi. Ma non è arrivato solo per i bambini il tempo di ricominciare dopo la pausa estiva, infatti anche noi oggi ritorniamo, dopo un po' di tempo, a proporvi un post della tanto amata rubrica dei prima e dopo
Abbiamo infatti il piacere di ospitare Elisa Monico, Ingegnere Industriale e Interior Designer, di Easy Relooking. Una giovane professionista competente e creativa, oltre che appassionata di tutto quello che concerne lo studio d’interni, i colori e l’illuminazione, che si occupa di Home Relooking. Vi starete chiedendo di cosa si tratta...ecco la spiegazione: Elisa cerca, e se guardate le foto del suo intervento secondo noi ci riesce benissimo, di "disegnare" la casa sui gusti, sulle abitudini e i desideri dei proprietari senza trascurare un tocco di design.
Elisa ci ha inviato le immagini e le piante, di cui per ovvi motivi di spazio abbiamo solo potuto inserire degli stralci, di una ristrutturazione di un quadrilocale a Monza dove la nostra giovane amica si è occupata del progetto della cucina e dello studio dell'illuminazione. 
Prima di lasciarle la parola, vi chiediamo di guardare bene le prime immagini dove potete notare l'attenzione per i dettagli, i materiali e i colori di questo progetto, dove Elisa passa dal rilievo al progetto per arrivare agli spunti per i rivestimenti.

L’obiettivo principale del progetto di ristrutturazione del quadrilocale a Monza era rendere la cucina aperta sul soggiorno e fare in modo che ben si integrasse con la pavimentazione esistente, un parquet in rovere naturale a listelli piccoli.
Funzionalità e design erano le parole chiave: l’ambiente della cucina non doveva passare inosservato, anzi avrebbe dovuto mostrarsi in tutto il suo splendore ai nuovi ospiti e allo stesso tempo sfruttare lo spazio disponibile nel migliore dei modi. 





Il mobile soggiorno è stato mantenuto dai proprietari, ma rilaccato di bianco riuscendo a ottenere un bellissimo effetto. Il ribassamento in soggiorno ospita faretti e strisce led lungo tutto il perimetro e questo garantisce un’illuminazione omogenea.
Le tende lunghe, la cui apertura e chiusura è automatizzata, completano la zona giorno, che dovrà essere poi personalizzata con quadri alle pareti.
Per tutti i colori delle pareti della casa, ho utilizzato la cartella colori Caparol che offre colori con una buona luminosità anche tra i grigi più intensi.



La scelta di colori è ricaduta su tonalità chiare: il bianco opaco della cucina permette infatti di dare luminosità a un ambiente che risulta poco luminoso per l’esposizione dell’appartamento. Inoltre la linea essenziale della cucina dona l’elemento di modernità che si voleva mantenere, unite allo studio di luci che ha previsto ribassamenti per ospitare strisce led, insieme a faretti. 



Per la scelta del rivestimento a parete e a pavimento si è optato per la linea Clays di Marazzi nel suo formato esagonale per smorzare la modernità della cucina, inserendo un materiale che unisce l’estetica del cemento e del cotto, esaltato da sfumature intense. Inoltre la piastrella Clays ben si adatta ad essere posata sia a pavimenti che a parete e il gres è ideale per essere utilizzato dietro il piano cottura e il lavandino della cucina.


Lo schema di composizione delle piastrelle esagonali è stato lasciato casuale, limitando l’utilizzo dell’unica piastrella con colore uniforme in grigio, che avrebbe altrimenti scurito troppo l’ambiente.
La particolarità rimane la posa conclusiva delle piastrelle esagonali, in corrispondenza della penisola che si affaccia sul soggiorno: il consiglio è stato quello di terminare la posa lasciando la composizione in “movimento”, con piastrelle isolate e staccate dalle altre quasi a creare una sorta di sfumatura finale. 







Che ne dite di questo intervento? Vi è piaciuto? A noi molto! Se sei un professionista o un padrone di casa e vuoi mostrare su Arredamento Facile i lavori di ristrutturazione di cui ti sei occupato o che hai realizzato scrivici e saremo felici di pubblicarlo.
Continua a leggere...

9 settembre 2016

Assembla il tappeto

Se ci seguite da un po' di tempo dovreste ormai sapere che uno dei fattori importanti nella scelta di presentarvi e farvi conoscere un prodotto consiste nella capacità di questo stesso oggetto di poter essere personalizzato in base ai propri gusti e allo stile della propria casa. Oggi torniamo a parlarvi di tappeti: non sono tappeti classici quelli che stiamo per proporvi, ma trattasi di tappeti componibili, empatici ed allegri che sono stati ideati da due giovani designer polacche: Agnieszka Czop e Joanna Rusin.



Insieme hanno realizzato morbidi tappeti in feltro di lana, prodotti rigorosamente in maniera artigianale, dove il raffinato design si unisce all'aspetto ludico dato dal comporre il prodotto. Come potete infatti notare anche dalle immagini che vi abbiamo postato, le due designer hanno realizzato dei tappeti-puzzle originali e funzionali da assemblare nelle loro parti per creare un oggetto unico con la possibilità, nel tempo, di poterlo anche modificare, un "gioco" rivolto, in questo caso, non solo ai piccoli ma sopratutto ai grandi di casa.



Le forme lineari, i colori vivaci e la qualità del materiale rendono questi tappeti adatti per essere inseriti nelle camerette dei nostri figli che passeranno le ore a "riprogettare" il tappeto.


Continua a leggere...

6 settembre 2016

Mattoni a vista a Barcellona

Terminate le ferie si torna al lavoro e, prossimamente, anche a scuola e noi torniamo al nostro amato blog che abbiamo un po' trascurato nel mese di agosto. Riprendiamo con un'ispirazione, una casa che, se amate il mattone a vista e le soluzioni lineari e semplici, vi conquisterà come ha conquistato noi.
L'immobile di 75 mq si trova a Barcellona, nel quartiere Eixample, è stato ristrutturato dallo studio Nook Architects, che aveva come fine quello di recuperare i materiali presenti, caldi e tradizionali, alla base della costruzione. La casa, prima dell'intervento, era buia e mal distribuita; ora, come potrete vedere dalle foto che abbiamo inserito nel post, risulta essere molto luminosa e funzionale.


Una grande apertura verticale realizzata sulla parete portante permette il passaggio di luce ed aria tra la cucina e il soggiorno.



Un soffitto a voltine con travi in legno ed una parete in mattoni lasciati a vista rendono questo appartamento caldo e accogliente. Il bianco, l'ocra e il grigio sono i colori scelti per pareti e arredi dai progettisti.



Il bagno principale si affaccia sulla cucina ed è dotato di una porta scorrevole con un pannello in policarbonato. Questa soluzione intelligente fa in modo che, quando la luce del bagno è accesa, il pannello agisca da lampada verticale contribuendo ad ampliare la sensazione spaziale di questa zona della casa.



Una porta scorrevole "mimetizzata", essendo stata dipinta con lo stesso colore della parete, divide la camera da letto dal soggiorno. La parte superiore di questa parete è chiusa con uno specchio in modo da creare l'illusione ottica che lo spazio continui oltre la parete stessa.





Continua a leggere...

27 luglio 2016

Soggiorno in Stile Scandinavo con PIB home

Linee pulite ed essenziali, colori chiari, legni naturali e la ricerca del comfort sono gli elementi caratterizzanti dello stile Scandinavo. Arredare il salotto con questo elegante ed accogliente stile è sicuramente un'ottima scelta e con l'aiuto degli arredi selezionati su PIB Home, Produit Interieur Brut, negozio on-line nato nel 2010 e da poco arrivato anche in Italia, scegliere sarà anche più semplice.
Il primo arredo su cui focalizzare l'attenzione per poter arredare il salotto è sicuramente il divano: deve essere comodo e adatto, come dimensioni, al locale dove andrà posizionato. Se amate il bianco, il colore che domina nei paesi scandinavi dove ci sono poche ore di sole a cui si cerca di ovviare scegliendo tonalità chiare e luminose che riflettano la luce, allora vi raccomandiamo di scegliere il divano Ariston. La particolarità di questo divano risiede anche nella sua struttura in legno di rovere, materiale sempre presente nelle case nordiche, scelto non solo per gli arredi ma anche per i pavimenti per la sua capacità di rendere accogliente e "caldo" lo spazio.
Ma non limitatevi a creare un locale total white, aggiungete dei tocchi di colore provando a giocare con gli accessori, come il cuscino blu Norway, un tappeto o altri piccoli complementi d'arredo (vasi, cornici ecc) puntando sul colore nero, facendo risaltare ancora di più la luminosità del locale e giocando sul contrasto elegante bianco-nero, o su dei colori pastello. Da porre accanto o davanti al divano, a seconda dello spazio e delle vostre abitudini, vi consigliamo di inserire un tavolino dalle linee pulite con piano in marmo e struttura in legno di quercia come il tavolino Briët.


In un angolo del salotto, magari dedicato alla lettura, trova la sua collocazione ideale la sedia Nuvole Nordiche, una comoda seduta in legno di faggio dal sapore vintage, perfetta anche per la cameretta dei vostri figli per cullarli e coccolarli.
Chiaramente, sia per leggere che per conversare con gli amici, serve la giusta illuminazione, come quella fornita dalla lampada a sospensione Balissö, da posizionare al centro del locale o in corrispondenza di una zona che volete illuminare in maniera particolare, come può essere, appunto, la zona lettura.
Nella casa scandinava non deve mancare poi un tocco di verde, dato o da delle piante oppure da un semplice mazzo di fiori freschi, colorato e profumato, da posizionare in un vaso in ceramica come il vaso Nora, decorato con linee e triangoli neri, disegni geometrici che si rifanno anch'essi allo stile scandinavo. 


Posizionata di fronte o lateralmente al divano di casa, perfetta come base per la tv, troviamo la cassettiera in legno Fjord dotata di ante scorrevoli per riporre documenti e mantenere il salotto sempre in ordine.
Forme geometriche e colori tenui sono presenti anche nella carta da parati Turchese che potrete posizionare su una parete del soggiorno per "spezzare" il total white e creare un punto focale all'interno di questo locale.
Se amate ricevere gli amici a casa non potete poi fare a meno di un comodo vassoio vintage Remix per servire bevande e stuzzichini o, magari, un tè usando in questo caso il set da tè Hivana, dove la teiera e le tazzine sono decorate a mano con un motivo geometrico blu oltremare.
Per concludere l'arredo del locale non vi serve altro che qualche stampa in bianco e nero, magari semplicemente appoggiata alla cassettiera o a terra, una coperta in lana, meglio se un po' grezza, una tenda che riprende i colori dei complementi e qualche accessorio o arredo vintage (magari ereditato dai nonni); avrete così creato un ambiente in perfetto stile scandinavo e a voi non resterà altro da fare che godervi l'atmosfera accogliente e rilassante che avrete ideato.



Se poi avete un giardino o anche solo un terrazzo, potete portare lo stile scandinavo anche negli spazi outdoor oltre che in salotto: basterà posizionare una seduta come la sedia Sollävik, resa più comoda con l'aggiunta di un cuscino Norway, e un pratico tavolino Stockholm per rendere piacevole e accogliente anche lo spazio all'aperto.


Sul PIB Home troverete i mobili e i complementi d'arredo che vi abbiamo mostrato e molti altri in grado di soddisfare tutte gli amanti del genere scandinavo. Ma se preferite lo stile industriale o quello Shabby Chic sul sito troverete diverse soluzione anche per questi due stili scegliendo tra una vasta proposta in termini di arredi, illuminazione e decorazioni di alta qualità che renderanno unica e speciale la vostra casa.
Continua a leggere...