Navigation Menu

featured Slider

Arredamento ed Interior Design

Instagram

Come scegliere gli accessori bagno

Gli accessori per il bagno sono gli elementi che completano, arredano e personalizzano una delle stanze più importanti della casa. Si parla di prodotti che, oltre ad essere pratici e resistenti, devono essere esteticamente anche molto gradevoli.

In commercio esistono accessori bagno realizzati con diversi tipi di materiale e di diverse dimensioni, sia da appoggio che a parete, adatti ad ogni stile ed esigenza. Oggi vogliamo darvi dei suggerimenti su come individuare gli accessori perfetti per le vostre necessità, così da rendere il vostro bagno un ambiente confortevole e ben organizzato.

accessori bagno indispensabili
 

Per scegliere gli accessori perfetti per il vostro bagno dovete, come prima cosa, considerare lo stile d’arredo scelto per quella stanza; gli arredi e i complementi potranno, infatti, essere in coordinato o in contrasto ad esso. Un bagno in stile contemporaneo avrà accessori grigi o neri, sarà caratterizzato da linee essenziali e da un design minimale; un ambiente più classico, invece, potrà avere elementi bianchi dalle forme morbide e arrotondate. Infine, un bagno in stile nordico sarà decorato con oggetti essenziali, dalle forme pulite e sobrie e dai colori tenui. 

Per quanto concerne le dimensioni del locale, in un bagno piccolo sarà preferibile scegliere pochi accessori minimali in modo da non riempire troppo la stanza optando, dove possibile, per una loro collocazione a parete (con colla, tassello o biadesivo). Questa soluzione, infatti, permetterà di ottimizzare lo spazio e facilitare le pulizie. In un locale più ampio, si potranno, invece, avere maggiori soluzioni tra cui scegliere, potendo inserire gli accessori anche nella versione da appoggio. 

Un fattore da non trascurare è la scelta del materiale che deve coniugare igiene, economicità e resistenza. Ogni tipologia di materiale ha pregi e difetti: il metallo (ottone, alluminio o acciaio) con finitura cromata si adatta ad ogni stile ed è resistente ad urti ed umidità. Il vetro e la ceramica sono materiali eleganti ma, al tempo stesso, molto fragili. La plastica è economica e disponibile in molte forme e colori mentre il legno è poco resistente all’umidità; infine, la resina è resistente e facile da pulire. Tra i materiali tecnologici che si stanno sempre più diffondendo grazie alle loro caratteristiche di durabilità, pulizia, versatilità (per forma e colore) merita una citazione particolare il policarbonato degli accessori Koh-i-Noor.

accessori bagno indispensabili
 

Gli accessori da bagno indispensabili che non possono assolutamente mancare sono:
•    porta asciugamani e accappatoio e salviette, dispenser o porta sapone coordinato a porta spazzolino, porta scopino, porta rotolo di carta igienica. 

Tutti gli oggetti prima citati possono essere, a seconda dello spazio a propria disposizione, da appoggio o da parete. Cercate di scegliere sempre elementi coordinati tra loro in modo che diventino un dettaglio decorativo per il bagno. 

Altri accessori utili per arredare il bagno sono il porta biancheria, le cui dimensioni devono essere idonee per il vostro bagno ed il tappeto per poter poggiare i piedi bagnati dopo la doccia ed evitare di scivolare. Naturalmente non può mancare uno specchio, magari dotato di illuminazione incorporata che, oltre ad essere funzionale all’igiene quotidiana, amplia visivamente lo spazio. Non dimentichiamoci poi di scegliere delle mensole utili per riordinare doccia schiuma e shampoo, una piccola pattumiera e dei cestini, da collocare preferibilmente sotto il lavabo, per tenere in ordine e a portata di mano i prodotti per l’igiene della famiglia.

accessori bagno indispensabili
 

Tutti gli oggetti che vi abbiamo elencato dovranno avere in comune la facilità di uso e di pulizia e dovranno essere collocati in una posizione facilmente accessibile, anche ai più piccoli di casa.

L’ultimo suggerimento che vogliamo darvi riguarda il prezzo degli accessori: quelli più costosi sono realizzati con materiali di alta qualità, sono resistenti e funzionali per cui si tratterebbe di fare un investimento iniziale un po' più costoso assicurandosi, però, oggetti che dureranno sicuramente più a lungo e non necessiteranno di dover essere sostituiti a breve termine.

Come risparmiare sulle bollette di gas e luce

L’autunno è alle porte e il costo del gas e della luce rischiano di essere più alti che in passato a causa del rialzo della componente delle materie prime. Seguendo dei semplici consigli, da adottare quotidianamente, potrete risparmiare sulla bolletta e salvaguardare ambiente senza rinunciare ad avere la casa calda e illuminata.


Per evitare sprechi e spiacevoli incidenti domestici la prima cosa da fare è eseguire la corretta manutenzione degli impianti, fare la pulizia dei filtri, il check-up delle prese di corrente, togliere le incrostazioni di calcare, sbrinare regolarmente frigo e freezer, se non sono no frost.


Prediligete lampadine a risparmio energetico in particolare quelle a LED, consumano solo il 20 per cento di energia rispetto a una lampadina alogene e producono una luce anche 5 volte superiore. La vita di queste lampadine è doppio rispetto a quelle fluorescenti. Ricordatevi di spegnerle quando non le usate e per evitare di lasciare accesa la luce, per molte ore, in luoghi che frequentate di rado come la cantina, installate un timer a spegnimento automatico.


Scegliete un fornitore che abbia un’offerta adatta ai vostri consumi e utilizzate gli elettrodomestici che consumano più corrente nelle fasce orarie più convenienti dal vostro contratto di fornitura. Molti gestori hanno fasce più economiche nelle ore serali, dalle 19 alle 23 dal lunedì al venerdì e nei weekend. In queste fasce orarie è consigliabile usare la lavastoviglie e la lavatrice, a pieno carico, selezionando il programma eco e se possibile usando temperature basse.


Impostate la temperatura del frigorifero tra 1,5°C e 3°C e quella del freezer a circa -18°C in questo modo manterrete freschi gli alimenti riducendo il consumo totale di energia, ricordatevi di non inserire cibi caldi ed evitate di tenere il frigo troppo aperto.


Installate dei riduttori di flusso sui rubinetti e nel soffione per risparmiare acqua ed energia, riducete il tempo che passate sotto la doccia di due minuti e abbassate la temperatura della caldaia quando scalda l’acqua (impostala a 50°) così ridurrete il bilancio totale di energia consumata.


Prendete in considerazione di sostituire gli elettrodomestici datati (con più di 10 anni di vita), una vecchia lavatrice produce più CO2 e consuma più energia. Acquistate solo elettrodomestici di classe energetica A++, questo permetterà di ottenere un risparmio energetico fino al 35% in caso di una lavatrice moderna e fino al 40% per un frigorifero.


Oltre ai grandi elettrodomestici non trascurate i piccoli sprechi di corrente come il carica batterie o lo standby degli dispositivi, da soli non hanno un grande impatto sui consumi, ma sommati possono incidere sulla bolletta. Per evitare di lasciare i dispositivi in standbay collegateli a delle ciabatte multipresa con l’interruttore in modo da disconnetterli dalla corrente tutti insieme


Per ridurre il consumo di gas prediligete l’uso della pentola a pressione per ridurre i tempi di cottura e i coperchi per far bollire l’acqua, combinate l’uso del forno microonde con fornelli o forno tradizionale e valutate di installare un piano cottura a induzione.


Non eccedete con il riscaldamento, la temperatura in casa deve essere intorno ai  20°C nella zona giorno e a 16-18 °C nella zona notte. Abbassate il termostato anche di soli due gradi, per risparmiare fino al 5% sulla bolletta. Per evitare di disperdere il calore accumulato chiudete sempre finestre e tapparelle nelle ore notturne. Se avete finestre e porte datate sostituitele con serramenti a taglio termico con doppi vetri. Questo aumenterà il comfort acustico della vostra casa e ridurrà gli spifferi e i ponti termici.

La natura decora le nuove carate da parati di beWall

Le carte da parati è un complemento che valorizza ogni ambiente, in commercio ne troverete una vasta gamma che si differenziano in base al prezzo, alla fantasia, alla texture e al materiale con cui sono realizzate. In passato vi abbiamo mostrato diverse walpaper moderne, perfette per decorare la camera da letto, come il living o il bagno.

Prima di comprare una carta da parati di cui vi siete innamorati pensate se è adatta all'ambiente in cui andrà posizionata: se lo sfondo è scuro renderà l'ambiente più intimo e accogliente, mentre se è chiaro farà apparire più luminoso e grande lo spazio. 

Ricordate inoltre che un motivo di grandi dimensioni amplia visivamente lo spazio, sopratutto se il disegno è posto in orizzontale, mentre se è in verticale fa sembrare il soffitto più alto. Chiaramente la scelta del motivo e del colore della carta da parati dovrà essere fatta considerando la funzione che verrà svolta in quella stanza: fantasie più vivaci ed allegre sono preferibili per la zona giorno mentre quelle minimali e pacate sono più adatte per la zona notte.

wallpaper moderne
Bird della collezione beNatural

Oggi vi mostriamo le collezioni di carte da parati ideate da due giovani e talentuose artiste che collaborano con beWall: Irene Galluzzo e Camilla Mosconi. 

wallpaper moderne
Foliage della collezione beNatural

Irene Galluzzo pensa a tre collezioni che si articolano in un percorso sensoriale di immagini e parole, fondendosi in un unico scenario domestico.  Lei, la luna si caratterizza per il disegno composto da forme geometriche che rievoca il passaggio dal giorno alla notte espresso da un panorama metafisico. In Foliage sono le foglie, con le loro trame e i loro dettagli, ad essere l’oggetto di studio di questa carta da parati. Mentre con Bird ampie forme vengono riempite di colore, lo stesso decoro viene declinato in tre tonalità differenti per immergerci in altrettanti differenti stati d’animo.

wallpaper moderne
Lei, la luna della collezione beStyle

Camilla Mosconi presenta due decori per la collezione Colibrì, qui la carta da parti accoglie un mondo fatto di spiriti e leggende e la curiosità della cultura millenaria giapponese ricca di immagini, arte e tradizione. La sua passione per le linee dell’arte orientale, la calligrafia, la semplicità di un gesto impresso su carta bianca si riflettono sulla sua tecnica a penna biro su compensato. I suoi alberi sono il contatto più profondo che è riuscita a instaurare con la natura che la circonda, creando con i tratti una meditazione difficile da interrompere.

wallpaper moderne
Colibrì della collezione beArt

Pavimento gres porcellanato effetto legno: performante e realistico

Pratico, versatile e resistente, sempre più apprezzato per il grande assortimento di colori e di formati, il gres porcellanato effetto legno è uno dei rivestimenti di maggior tendenza degli ultimi anni. Piastrelle che uniscono le performance del gres porcellanato (economico, igienico e di facile manutenzione) all’aspetto naturale e caldo del legno. Per questo motivo, questo tipo di pavimento è molto utilizzato nei progetti d’interior design non solo per il salotto e la camera da letto, ma anche per il bagno e la cucina.


Negli ultimi anni le aziende che producono piastrelle in gres effetto legno si sono specializzate, grazie a scansioni ad altissima risoluzione e tecnologie digitali all’avanguardia, nella produzione di un materiale altamente realistico che riproduce alla perfezione i colori, le venature e le tipiche imperfezioni del materiale di ispirazione tipo, ad esempio, le nodosità del legno naturale.

Piastrelle gres porcellanato effetto legno
Collezione Oltre di Marazzi

Se volete inserire in casa questo materiale dovete prima di tutto decidere il colore, il formato e la sua posa in opera.


La scelta del colore del pavimento in gres effetto legno dipende, oltre che da gusti personali e dallo stile scelto per arredare casa, anche dalle tonalità utilizzate per le pareti e i mobili che faranno parte dell’arredamento. Le piastrelle con effetto legno chiaro si abbinano facilmente ad arredi dal design nordico e colori neutri; al contrario, per un effetto legno scuro, si può scegliere tra un contrasto netto o un accostamento cromatico tono su tono.


Dopo aver deciso il formato (tavole, listoni, listelli) delle piastrelle, occorre scegliere il verso di posa. Questo andrà a valorizzare, oltre al pavimento, anche l’ambiente in cui è inserito. La scelta della tipologia di posa va valutata in fase di progettazione prendendo in considerazione le dimensioni dell’ambiente (ampio, ristretto, forma irregolare o regolare), le fonti di illuminazione naturale presenti (finestre e porte) e lo stile dell’arredamento scelto per casa.

Piastrelle gres porcellanato effetto legno
Collezione Vero di Marazzi

Per rendere uno spazio più luminoso e visivamente più ampio è preferibile optare per listoni di grande formato chiari con una posa dritta e fughe ridotte al minimo; per renderlo più raccolto, invece, scegliete piastrelle più scure e piccole che andranno posate in modo più articolato. Posizionare le piastrelle in gres effetto legno in favore della direzione della luce naturale aiuterà a mettere in risalto i suoi colori e a nascondere le fughe ed eventuali imperfezioni. Inoltre, se i listoni verranno posizionati paralleli al lato lungo in ambienti stretti, come corridoi e bagni, aiuteranno ad ampliare lo spazio e si ridurranno gli scarti di materiale.


In base allo stile di uno spazio, bisognerà scegliere lo schema di posa delle piastrelle: la posa a correre è adatta per tutti gli stili, soprattutto quelli moderni e contemporanei. La posa dritta accostata è idonea, invece, ad ambienti dallo stile contemporaneo e minimal mentre quella a spina di pesce (in base all’ampiezza dell’angolo può essere francese, ungherese o italiana) è meglio inserirla in ambienti in stile classico. In ultimo, quella diagonale è perfetta per camere dalle forme particolari perché mimetizza le irregolarità. 


In presenza di un terrazzo, si poseranno i listelli del pavimento verso di esso: questa soluzione, infatti, renderà l’ambiente più ampio e darà un maggiore senso di continuità con l’esterno.

Piastrelle gres porcellanato effetto legno
Collezione Treverkdear di Marazzi
 
Per rendere davvero realistico l’effetto legno desiderato, occorrerà posare diversi pattern e formati alternati tra loro, in modo che il risultato finale non risulti mai essere una grafica artificiale e ripetitiva. È bene inoltre prestare molta attenzione alla posa in opera della pavimentazione. È consigliabile, infatti, scegliere collezioni rettificate che possano essere posate con la fuga più sottile possibile (massimo 2mm) in tinta con il pavimento in modo da renderla impercettibile. Ultima regola generale chi vi consigliamo è quella di rivolgervi sempre a posatori esperti e competenti e scegliere un prodotto certificato realizzato con materiali di qualità.

Tavoli da caffè contemporanei

Posto davanti o accanto al divano il tavolino è un elemento essenziale in salotto, un arredo funzionale che contribuisce a donare stile all'ambiente. La funzione principale del tavolino basso è ospitare piccoli oggetti decorativi, bicchieri o libri da prendere rimanendo comodamente seduti sul divano. 

Esistono in commercio molti modelli di tavolini, diversi per forma, dimensioni e materiali tra cui scegliere. Questo arredo deve essere scelto in modo che si adatti al resto dell'arredamento presente.


Abbiamo raccolto qui di seguito tre tavoli da caffè originali, contemporanei e perfetti per essere inseriti in salotto così come in terrazza.

Tavolino da caffè contemporaneo

Loop disegnato da Victor Vasilev per Bross. Una collezione di coffee e side table che unisce una base monolitica in marmo, in Bianco di Carrara o Nero Marquina, ad una struttura esile in metallo.Il profilato metallico a sezione quadrata, in finitura nera o bronzo spazzolato, corre in verticale, a partire dalla base e realizza un’asola in corrispondenza del piano, dalla forma circolare. Loop è disponibile in differenti configurazioni e misure. Questo anello, da cui prende il nome la collezione, ha sia valenza decorativa che funzionale, consente allo stesso tempo una facile presa del tavolino, per collocarlo liberamente nello spazio, e un essenziale motivo decorativo.

Tavolino da caffè contemporaneo

Pebbles, la nuova collezione di Kiki van Eijk & Joost van Bleiswijk per OmniDecor. Il coffee table che fa parte della collezione è frutto dell’equilibrio tra l'amore di Joost per l’architettura e l'approccio trasformativo di Kiki con i materiali. Un prodotto che trasmette una sensazione di leggerezza ed eleganza nato dall’incontro di piani trasparenti o semitrasparenti dalla forma tondeggiante. Il vetro diventa quasi una nuvola costruita utilizzando la tecnica del collage 3D.

Tavolino da caffè contemporaneo

Kukà realizzata in collaborazione con lo Studio Adolini per Talenti. Una collezione di lampade capaci di trasformarsi in tavolo o vaso mantenendo un aspetto elegante e sofisticato. Prodotti dalle linee semplici realizzati con materiali eco-friendly: l’ecoresina. Tutto ruota interno alla circolarità, a diametri in evoluzione per creare figure concentriche, dove la luce si presenta come un anello alla base in grado di ammorbidire ogni ambiente con una luce soffusa e avvolgente. Il coperchio può avere diverse dimensioni e questo permette a Kukà, pur mantenendo l’anello di luce inferiore, di diventare un sofisticato e comodo coffee table.

Consigli per arredare un bagno moderno

Il bagno, come qualunque altra stanza di casa, deve essere progettato ed organizzato ottimizzando lo spazio che si ha a disposizione, soprattutto nel caso in cui la metratura sia ridotta. Bisogna prestare la giusta attenzione alla scelta dei sanitari, dei mobili, dei rivestimenti, rispettando regole di buon senso e le normative specifiche. Questa stanza non è più uno spazio di servizio, ma è diventata, da diversi anni, una vera e propria oasi di relax che va arredata, preferibilmente, adottando lo stesso stile scelto per arredare le altre camere. 


Per avere un bagno che sia pratico e funzionale alle vostre esigenze, occorre considerare, prima di tutto, lo spazio che si ha a disposizione, i materiali, che devono essere di ultima generazione, il design, la finitura e i colori dei mobili.

consigli per un bagno moderno

Se un bagno grande concede più libertà progettuali e stilistiche, uno spazio più ridotto va arredato con attenzione prediligendo sanitari con dimensioni ridotte, magari sospesi (consentono una maggior pulizia, leggerezza e luminosità) e mobili compatti.


I rivestimenti delle pareti di un bagno moderno devono essere realizzati con materiali sostenibili, naturali e innovativi come, ad esempio, il marmo, la resina o la carta da parati impermeabile all’acqua (da posizionare dietro la doccia-vasca). Un’alternativa sempre valida è costituita dal gres, effetto legno o pietra, disponibile sia nel piccolo formato che nelle grandi lastre.

consigli per un bagno moderno

Per rendere un bagno moderno raffinato ed accogliente puntate sul monocromatico, sul tono su tono, giocando, sia per pareti che per sanitari, solo con le nuance di un colore.  Per creare dinamismo, abbinate elementi lucidi con altri matt.
Gli elementi indispensabili in un bagno sono: sanitari, lavabo, doccia, specchio, luci e mobili.

  • I sanitari moderni hanno un design essenziale, linee pulite e semplici, una finitura lucida,  matt o materica e possono essere colorati utilizzando toni caldi e avvolgenti come il terracotta, il blu navy, il verde salvia e l’ocra.
  • Il lavabo può essere sospeso, da appoggio o su colonna, dalla forma ovale o squadrata, sottile o morbido. Può essere realizzato in diversi materiali e colori e può avere una finitura lucida o opaca.
  • I mobili bagno sono essenziali, minimal, possono essere arricchiti con nuove textures e finiture, alternando vani a giorno con vani chiusi.
  • La vasca, specie se il bagno è caratterizzato da una superficie ampia, può essere freestanding o in muratura mentre la doccia può essere a filo pavimento o in appoggio, walk-in, ovvero aperta, con vetri stampati con effetti 3D o specchiati.
consigli per un bagno moderno

  • Lo specchio, rotondo o squadrato, con o senza cornice, è un elemento perfetto per dilatare lo spazio e per riflettere la luce. Gli specchi moderni inglobano altri accessori come mensole o piccoli contenitori e sono dotati di sistema di retroilluminazione con Led ad accensione e spegnimento touch.
  • Oltre al classico lampadario a soffitto, in un bagno moderno non possono mancare uno o più luci puntuali (applique o sospensione) posizionate accanto-sopra lo specchio per eseguire le diverse attività di precisione (truccarsi e rasarsi). Per creare un’atmosfera rilassante si possono inserire anche delle strisce led nascoste nel controsoffitto o nelle pareti.
  • L’accessorio che tutti i bagni moderni dovrebbero avere è l’idroscopino: un doccino posizionato accanto al wc che sostituisce il tradizionale ed antigenico scopino. Un prodotto che garantisce maggiore praticità e igiene, di facile installazione ed esteticamente gradevole.

Post più letti

Seguici su Instagram