Navigation Menu

Come scegliere il divano angolare

Il divano è il protagonista del salotto, l’arredo deputato sia allo svago che al riposo, il posto dove siamo soliti trascorrere molto tempo con la famiglia. Per tutti questi motivi, va ricercato con attenzione. Il divano, soprattutto quando è angolare, va scelto tenendo in considerazione diversi fattori; i principali sono: lo spazio, i componenti della famiglia e il rivestimento. Oggi vogliamo darvi delle indicazioni e dei suggerimenti su come scegliere il divano angolare perfetto per il vostro salotto.

Quando in uno showroom vediamo un divano angolare ce ne innamoriamo a tal punto da immaginarcelo posizionato nel nostro salotto. Bisogna tuttavia valutare, prima di acquistarlo, le sue dimensioni e quelle del locale dove andrà inserito, in modo che il mobile non ingombri troppo lo spazio, non ostacoli il passaggio e permetta la giusta distanza dalla televisione. Ricordatevi di considerare, nei vostri calcoli, anche l’ingombro aggiuntivo di braccioli, schienale ed eventuali poggiapiedi.

divano angolare

Questo arredo misura in genere 90-100 cm di profondità (150-170 cm lato penisola), e 160-240 cm di lunghezza a seconda che abbia due o tre posti lineari. Molte aziende specializzare del settore producono soluzioni modulari, quindi componibili a seconda dello spazio che si ha a disposizione. Se, ad esempio, la misura del vostro salotto non vi consente di configurare un grande divano angolare, potete tuttavia combinare un elemento lineare da due posti con una penisola con bracciolo per ricreare l’effetto angolo.


Il divano ad L può essere posizionato in diversi modi. Può essere collocato, infatti, in un angolo della stanza, in modo da lasciare libero il resto del locale, può essere usato per delimitare due aree distinte della zona giorno oppure, infine, può essere posto al centro del locale divenendone, in questo modo, l’elemento caratterizzante.

divano angolare

Per capire meglio l’ingombro effettivo del mobile, potrete simulare a pavimento la sua dimensione ricorrendo a del nastro adesivo o del cartone. Chiaramente, dovrete considerare di lasciare liberi 60 cm attorno al divano per agevolare e permettere il movimento. Nel caso in cui optiate per la soluzione del divano letto o con elementi inclinabili, dovete valutare l’ingombro dell’arredo aperto.

Altri fattori da tenere in considerazione sono il numero di posti a sedere, pari almeno al numero di componenti della famiglia, e le abitudini e necessità di ognuno di essi.
Una coppia che ama rilassarsi guardando una serie in tv prediligerà un divano dalle dimensioni più contenute, caratterizzato da una seduta morbida e accogliente, magari dotato di meccanismi che permettono di inclinare schienale e poggiapiedi. Una famiglia numerosa, che ama ricevere amici a casa e ospitarli per la notte, sceglierà un ampio divano letto angolare. Se in casa vivono dei bambini piccoli sarà preferibile adottare un modello con struttura resistente e foderato con un rivestimento lavabile o idrorepellente in modo da far scivolare via i liquidi o lo sporco.

come scegliere il divano angolare

Il divano angolare, per stile, per colore e forma, dovrà adattarsi all’arredamento pre-esistente della stanza in cui andrà a collocarsi. Per quanto riguarda il materiale del rivestimento, la scelta è molto ampia: si va dalla pelle (molto resistente e lavabile) o similpelle a tessuti in fibre sintetiche o naturali (traspirante e lavabile), come lino e seta, da poter declinare in diverse varianti di tipo, colore e fantasia.


La scelta del colore è molto personale; potrete optare per un colore neutro, come il grigio o il beige, ton sur ton con il resto dell’arredo per creare un ambiente raffinato ed elegante oppure puntare su tinte accese come il rosso o il verde se volete metterlo ben in evidenza.

0 commenti: